La curcuma

Potrebbero interessarti anche...

8 Risposte

  1. Giuliana ha detto:

    Grazie Karin e bacioni

  2. Giuliana ha detto:

    Mi piace la ricetta della pasta di curcuma la farò
    Tinge di giallo tutto quando la prepari?

    • Karin ha detto:

      Ciao Giuliana, sì, mani gialle assicurate. Con la curcuma fresca è meglio mettere un paio di guanti 😉
      Un caro saluto
      Karin

  3. Monica ha detto:

    Ciao Karin, seguo sempre i tuoi articoli che trovo molto interessanti. Ti ho avuto come insegnante presso il corso di alimentazione energetica della scuola Tao (Bologna) alcuni anni fa. Cosa ne pensi del golden milk ? Ho visto che non lo hai citato nell’articolo. Io assumo curcuma tutti i giorni, un piccolo cucchiaino mescolato nel latte vegetale che mangio a colazione con i fiocchi di cereali. Ormai è diventata un’abitudine irrinunciabili. Il pepe mi scalda troppo e ho smesso di aggiungerlo, forse era troppo… Buon lavoro e al prossimo articolo…

    • Karin ha detto:

      Ciao Monica! Anch’io ricevo sempre le tue fantastiche ricette e sfrutto l’occasione per farti i complimenti e ringraziarti! Ho nominato la golden milk di sfuggita nella parte delle ricette. Io non sono una fan del latte (di nessun genere), ma questo è sicuramente un buon modo per rendere un latte meno umidificante. E poi è un buon modo per assumere una dose quotidiana di curcuma 🙂 Comunuque se posso darti un consiglio: prova a fare la pasta di curcuma fresca come l’ho descritta e a usarla invece della curcuma in polvere anche per il tuo latte. Puoi mettere quel po’ di pepe che basta senza dover esagerare con le dosi e il sapore è moooolto più buono. Una vera scoperta! Mi sono appena fatta un miglio con questa pasta e un uovo strappazzato per colazione. 3 minuti ai fornelli, un piatto tutto giallo, un sapore fantastico e una pancia piena al punto giusto 🙂
      Un abbraccio Karin

  4. Monica ha detto:

    Grazie Karin dei suggerimenti !

  5. mariarosa ha detto:

    Gentile Karin, le tue informazioni sono sempre molto chiare e ben argomentate, spesso rileggo, come in questo caso, quelle degli scorsi mesi, e ogni volta scopro un nuovo aspetto che non avevo ancora preso in considerazione.
    Ho usato la curcuma sporadicamente, ora cercherò di inserirla più spesso nella mia alimentazione – il suo bel colore giallo ha anche una valenza estetica non indifferente.
    Mi piacerebbe sentire il tuo parere sul miso e sui suoi utilizzi. Credo sia consigliabile perché apporta fermenti benefici, ma non ne ho la certezza. Non credo sia previsto dalla medicina cinese, tuttavia è di chiara origine orientale e probabilmente si basa anch’esso sui fattori che determinano l’altalena Yin-yang, che tu descrivi così bene. Ti mando un sincero augurio affinché tu possa portare avanti al meglio il tuo impegno di divulgazione.

    • Karin ha detto:

      Ciao Mariarosa, hai ragione, il miso pur conosciuto anche in Cina (quello che compriamo noi viene dal Giappone) non appare generalmente nella dietetica della medicina cinese, così come tutti gli altri alimenti fermentati di cui la Cina è ricchissima. Onestamente non so perchè, ma possiamo parlarne noi :-). La sua utilità è data dai fermenti vivi, ragione per cui è importante non riscaldarlo troppo. Inserire nella dieta alimenti fermentati è molto benefico per la salute, soprattutto per la digestione. In Asia questi alimenti fanno parte dell’alimentazione quotidiana. Ne parleremo ancora!
      Un caro saluto
      Karin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.