moxa, coppette e guasha

La moxibustione

Nella moxibustione si bruciano piccole quantità di artemisia secca direttamente su o sopra determinati punti di agopuntura. Nella moxibustione indiretta – maggiormente usata in occidente – si usano dei sigari che vengono avvicinati ai punti di agopuntura, ma senza il rischio di bruciare la pelle. Il calore che irradia dai sigari ha un forte influsso sulla circolazione del qi e rafforza in particolare lo yang dell’organismo.

La coppettazione

La coppettazione viene eseguita tramite una coppetta di vetro applicata direttamente sulla pelle. La pressione bassa all’interno della coppetta causa un effetto di risucchio. Nella medicina cinese le coppette vengono normalmente applicate su punti di agopuntura oppure altri punti e zone dolenti o tesi. La coppettazione stessa non crea dolori, ma può causare degli ematomi che si risolveranno da soli entro qualche giorno.

Guasha

Il guasha è una tecnica che prevede lo sfregamento ripetuto della cute di determinate zone del corpo con un bordo arrotondato. Nella medicina cinese possono essere scelti anche percorsi di merdiani o punti di agopuntura. Tramite il guasha la circolazione sanguinea della cute aumenta e si possono creare ematomi superficiali. Spesso il guasha arreca un sollievo immediato in caso di dolori e tensioni muscolari.

Tutti i trattamenti e le consulenze mirano unicamente al mantenimento di salute e benessere. Non hanno scopi terapeutici e non possono sostituire la visita o il trattamento da parte di un medico o altro personale medico qualificato.